Meridiane realizzate in prossimità di Piazza del Popolo

1)  PIAZZADI  SPAGNA

Sul prospetto dei due campanili della chiesa di Trinità dei Monti  sono stati  realizzati  da in lato un orologio e dall’altro una meridiana indicanti le ore pomeridiane

Chiesa di Trinità dei Monti realizzata su progetto di Carlo Maderno e Domenico Fontana 1585

2)  VIA DEL BABUINO: MERIDIANA SOTTOSTANTE IL CAMPANILE DELLA CHIESA DI SANT’ANASTASIO

3)  MERIDIANA DI PIAZZA SAN PIETRO

La Meridiana di Piazza San Pietro, costruita  nel luogo più importante della cristianità da Luigi Gilii  nel 1817, è formata da una linea retta in granito rosso, che parte  dalla base dell’obelisco e si dirige verso il colonnato di destra; le lapidi circolari, incastonate nella pavimentazione, indicano i segni zodiacali lambiti dall’ombra della Croce posta alla sommità dell’obelisco.  Sia la linea meridiana in granito che le lapidi sono evidenziate da due filari di sampietrini. L’astronomo aveva in precedenza realizzato altre due meridiane laterali alla facciata della Basilica che successivamente furono sostituite dai due orologi  attualmente esistenti.

Il 24 dicembre 2008, in occasione dell’Anno Mondiale dell’Astronomia (2009), la Meridiana è stata ricordata dal Papa Ratzinger comelo strumento celeste che segna simbolicamente ai fedeli il tempo della meditazione e della preghiera. Non si tratta, quindi, di un opera estranea al contesto architettonico della Piazza, ma di un simbolo che, esprimendo il non facile rapporto Scienza e la Religione, ricorda le vicende storiche della Chiesa di Roma.

Le dimensioni, le iscrizioni e l’inserimento della lapide zodiacale nella pavimentazione della Piazza San Pietro sono del tutto simili a quelle previste dal progetto della Meridiana di Piazza del Popolo.

4)  MERIDIANA IN PIAZZA MONTECITORIO


L’obelisco di questa Piazza fu dedicato al dio Sole ed innalzato nel Tempio Eliopoli dal faraone Psammetico (594 – 589 a.C.)  Ottaviano Augusto lo fece trasportare a Roma insieme a quello attualmente situato in Piazza del Popolo e, al fine di celebrare la supremazia della civiltà romana , lo utilizzò come lo gnomone della simbolica meridiana di Campo Marzio.  Crollato per un terremoto e sepolto per secoli tra i ruderi dell’antica capitale del Regno Pontificio, papa Pio VI nel 1795 lo fece restaurare ed innalzare di fronte  al Palazzo di Giustizia della Curia Vaticana.

Il 7 giugno 1998 in occasione della ristrutturazione dellai Piazza è stata ripristinata la linea meridiana in memoria di quella più grandiosa dell’Imperatore Augusto in Campo Marzio.

vkpornodepfile.com